A cuore aperto dal Festival della Scienza di Genova

Published On 7 novembre 2017 | News

«Care lune,
avete dato noi l’in bocca al lupo con una lettera che continua ad emozionarmi ogni volta che ci poso sopra gli occhi. Mi sembra giusto ricambiare con un piccolo messaggio di fine di questo piccolo ma meraviglioso viaggio fatto insieme.
Ci avete affidato dei cassetti che hanno accesso la curiosità di grandi e piccini.
Ho visto gente uscire con un luccichio particolare negli occhi, perché si vede che in qualche cassetto ha rivissuto una delle tappe del suo viaggio.
Ho visto un fratellino di 5 anni tornare indietro a prendere uno sgabello per la sorellina di 3 perché “la magia di quelle tasche di jeans non se la può perdere”.
Una bimba si è commossa dentro un armadio mentre la mamma la accarezzava attraverso esso, esclamando “mamma sei stata eccezionale come prima compagna di viaggio”.
Ho visto meraviglia, stupore, gioia non appena tirando una maniglia si svelava l’arcano rinchiuso in un piccolo contenitore bianco.
Ho rivissuto io stessa momenti passati, che  sono approdati nuovamente alle spiagge della mia memoria, con una delicatezza travolgente inaspettata.

Grazie per aver stellato 10 giorni del mio grande viaggio e di aver dato modo a me di stellare 45 minuti di tutti coloro che hanno voluto essere esploratori di mondi lontani ma racchiusi dentro di noi.
Avete illuminato un festival già di per sé illuminante.

Spero vivamente che i nostri sentieri si incrocino nuovamente, su un’altra spiaggia, su un altro arcipelago.

Un abbraccio speciale,

Chiara».


Like this Article? Share it!

Comments are closed.