A Noviscienza tutta la scena se la prendono le «Patamacchine»

Published On 11 dicembre 2012 | News

Così titola l’articolo dell’ufficio stampa dell’ACOS S.p.a., che ha deciso di festeggiare i suoi 40 anni al servizio dei cittadini novesi, ospitando per il Festival Noviscienza “Le Patamacchine”. L’organizzazione dell’evento è stata affidata all’associazione Festival della Scienza di Genova che, forte del successo della mostra ospitata a Palazzo Verde nel 2011, ha deciso di proporla al Museo dei Campionissimi di Novi Ligure. L’ iniziativa aziendale merita un riconoscimento speciale degno di chi decide di sostenere la cultura e renderla disponibile alla comunità, come ogni altra forma di bene  comune

Di seguito uno stralcio dell’articolo e per il resto rimandiamo al sito

www.acosspa.it

Le “patamacchine” si sono subito conquistate la scena a Noviscienza, la manifestazione voluta dall’Acos in occasione del suo quarantesimo anno di attività “non certo per autocelebrazione — informano i promotori dell’iniziativa – ma per un reinvestimento di risorse, sui meno giovani mediate il concerto di Vittorio De Scalzi con la musica degli anni ’70 offerto domenica scorsa, e per i giovani con Noviscienza”. Questa serie di iniziative che si protrarranno sino a domenica, hanno preso il via mercoledì scorso con la conferenza inaugurale sul tema “perché la scienza” della quale sono stati protagonisti Manuela Arata, presidente e fondatrice del Festival della scienza e tecnology transfer del Cnr e di Telmo Pievani, professore associato di filosofia delle scienze presso l’università degli studi di Milano Bicocca; e segretario del consiglio scientifico del Festival della scienza di Genova. Difficile trattenere i ragazzi sulle sedie davanti ai relatori perché è forte per loro il richiamo delle “patamacchine”, macchine assurde che divertono un sacco i giovani. Tra le più sperimentate dai visitatori di Noviscienza, il catalogatore dei sogni, il guarisci pensiero, il Pacificaphone, L’Anti veglia ed il Viaggificatore materico

Vi invitiamo a guardare il piccolo spot pubblicato su www.alessandrianews.it cliccando qui

Like this Article? Share it!

Comments are closed.