Amerete Potenza presenta Castel Volturno al Salone dei Rifiutati

Published On 14 giugno 2013 | News

La luna al guinzaglio ha accolto presso l’officina creativa il Salone dei Rifiutati l’incontro con l’autore di Castel Volturno, iniziativa organizzata da Amerete Potenza, la rete del volontariato potentino. Sergio Nazzaro, giornalista d’inchiesta in prima linea dal cuore dell’abusivismo edilizio europeo, denuncia con il suo libro la ferocia della mafia africana, stanziata fra Napoli e Caserta ma di portata internazionale.

Nazzaro ha raccontato il suo lavoro in stretta collaborazione con le forze dell’odine per far luce, senza mezzi termini, sulla ferocia suprema dell’organizzazione malavitosa di cui quasi nessuno osa nemmeno parlare. Droga e prostituzione i mercati sui quali l’organizzazione criminale ha conquistato la sua posizione dominante, garantito dalla spietatezza senza pari in un sistema di oligopolio dove gli africani non mirano al potere ma ai soldi per far fronte alla fame.

Unica soluzione possibile è denunciare,  e la rete di associazioni e cittadini è una leva importante per accrescere la consapevolezza sul tema.

La luna al guinzaglio si inserisce nel dibattito con il suo impegno per l’attivazione di logiche sostenibili a tutto tondo, che partendo dalla lotta al traffico illecito dei rifiuti, promuovano un nuovo approccio alla cittadinanza attiva, capace di creare relazioni sane e costruttive per la comunità. Per l’occasione il pubblico di ieri sera ha potuto sperimentare Le Patamacchine, installazioni interattive assemblate con rifiuti speciali, che attraverso l’ironia e il gioco invita a trovare soluzioni innovative per contrastare i danni dell consumismo sfrenato recuperando emozioni e relazioni.

Like this Article? Share it!

Comments are closed.