Museo Temporaneo ovvero la gentilezza del tempo che va

Published On 25 novembre 2014 | News

Prende il nome di Museo  Temporaneo l’iniziativa che l’Associazione La luna al guinzaglio e l’Associazione Insieme Onlus realizzeranno dal 21 novembre al 13 dicembre 2014 con la mostra interattiva La Tavola Celeste , presso i locali di Insieme Onlus, in Viale del Basento 102, a Potenza.

Di seguito il calendario degli appuntamenti pomeridiani e serali del Museo, mentre le mattine sono dedicate alle visite scolastiche e a seguire il Manifesto dell’iniziativa.

prenotazione obbligatoria: promozione@lalunalaguinzaglio.it
347.9315416 – 340.7998443 – 320.3531978

SABATO 29 novembre ORE 16.00/20.00
con IAC-Centro Arti Integrate di Matera “Storie di pane e di pianeti”
laboratorio di storie: creeremo un Panetario impastando il pane fra racconti cosmici
per adulti / contributo € 15,00

DOMENICA 30 novembre ORE 18.00/20.00
con la biotecnologa Alessandra Miraglia “Conosci il sapore delle stelle”
laboratorio di eco-cosmesi creativa: realizzeremo un elisir luminoso con gustosi ingredienti
per adulti / contributo € 13,00

DOMENICA 7 dicembre ORE 18.00/20
con compagnia de L’Albero “Cena una volta Galilei”
racconto animato + visita alla mostra La Tavola Celeste
per bambini dai 4 ai 10 anni / contributo € 5,00

VENERDì 12 dicembre ORE 19:30/21.00
Con Francesco Scaringi ” Appuntamento con il Festival Città delle 100 Scale”,
organizzato dall’associazione Basilicata 1799
per adulti

SABATO 13 dicembre ORE 15.00/18.00
con Rita Montinaro del gruppo nazionale di Ricerca MCE Pedagogia del Cielo “Santa Lucia, il giorno più corto che ci sia”: laboratorio sul tempo e la tradizione, fra astronomia e cucina
per adulti e bambini (operatori/insegnanti/formatori/genitori)
contributo €25,00 (1 adulto+1 bambino)

_____________________________________________________________________________

Il Museo Temporaneo offre alle persone una proposta di attraversamento che coniuga i linguaggi ecologici e creativi della Luna a quelli solidali e inclusivi di Insieme Onlus.

Si tratta di un percorso fatto di installazioni, laboratori, arte, artigianato, storie, incontri, dialoghi nato per affrontare, dal punto di vista di questo connubio“socio-culturale”, una delle questioni più fragili e delicate del nostro Tempo che è il senso incontrollabile di Temporaneità.

Un senso della Temporaneità che pervade ogni cosa e la traghetta verso insicurezze e precarietà troppe volte difficili da sostenere.

Un senso del transitorio a tratti inumano.

Anche dalle esperienze che la Luna e Insieme hanno reciprocamente portato in dote, è venuta fuori la dimensione del transitorio, ma di un transitorio che sottratto alle logiche frettolose contemporanee e alla incertezza dei nostri giorni, arriva a rappresentare una componente fondamentale della nostra esistenza.

La nostravita è per natura transitoria, è caratterizzata dall’ essere di passaggio, dall’impossibilità di durare oltre quanto sia possibile durare.

È un approccio che ci fa percepire come delicati, fragili, ma in una misura assolutamente positiva e opposta alle corse sfrenate del tempo presente.

È unadelicatezzacheciinvitaaesseresensibili, gentili, inascolto, inattesadellabellezza.

Una prospettiva che ci apre all’ Altro.

In Italia, Il Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, all’ articolo 101, definisce il museo come una“struttura permanente che acquisisce, cataloga, conserva, ordina ed espone beni culturali per finalità di educazione di studio”.

Nel nostro molto piccolo, abbiamo guardato ad Insieme Onlus come ad una struttura che accoglie, conserva e comunica anch’essa un bene: questo bene è la vita stessa delle persone e la riscoperta del suo inestimabile valore, aldilà della temporaneità ma ad essa fragilmente connessa. E a questo luogo non ufficiale abbiamo voluto affidare, al fianco del Bene che esso conserva, un’opera/operazione d’arte.

Il nostro Museo Temporaneo vuole essere un luogo che fa spazio ai linguaggi, agli incontri, alla creatività, che propone l’Altro come qualcosa di imprescindibile e il senso di comunità come un obiettivo a cui non si sfugge, così come non può sfuggire a una rana il suo stagno, pena l’estinzione.

Il Museo Temporaneo è anche una proposta di ripartenza dal“qui” dell’incontro e della relazione, di ri-allestimento dei luoghi frequentati da persone reali, con problemi reali al fine di raccontare che la realtà può modificarsi a partire dal qui e ora. 

È  in questa direzione che l’incontro tra la Luna e Insieme, si propone come una pratica di comunità in grado di diventare generativa di un modello di società inclusivo verso ogni forma di alterità.

 

Like this Article? Share it!

Comments are closed.