Progetti di sostenibilità partecipata da Potenza all’Europa

Published On 2 luglio 2013 | News

Fare sostenibilità vuol dire aggiornamento, laboratori e scambi continui con diversi partners.

Nel mese di giugno il corso di giornalismo ambientale Penne d’Ambiente, organizzato da Legambiente, è stata un’occasione anche per gli operatori dei CEAS di confronto  con giornalisti e esperti del settore sullo stato dell’arte. Da segnalare il Rapporto Eco-Mafia 2013 e l’intervento del professor Pasquale Persico, che sapeva più di poesia che di economia, introducendo i suoi concetti di Quarto Paesaggio e Blu Chagall, da approfondire seguendo una delle sue lezioni all’Ateneo Itinerante della Cattedra Itinerante del Paesaggio Sublime Contemporaneo  e scaricando il suo testo copy-left Dalla Città del Parco ai Laboratori della Città. Da seguire anche il giornalista Sergio Ferraris sempre aggiornato sul suo sito  con annesso blog.

Dal 24 al 28 giugno il Salone dei Rifiutati ha ospitato il progetto C.Re.A.M.: Creative Reuse of Abandoned Materials, organizzato da Youth Europe Service di Potenza in collaborazione con gli operatori della Luna al guinzaglio, per offrire la possibilità a 15 persone provenienti da 11 paesi europei, di lavorare sulle possibilità riutilizzo di oggetti e materiale di scarto.

E per chiudere in bellezza il mese secondo laboratorio in Puglia presso la riserva di Torre Guaceto, con il coordinamento della cooperativa Thalassia, il maestro cartapestaio di Putignano Deni Bianco, sotto la direzione artistica di Antonio Catalano per la progettazione del Festival Memoria Minerale che si terrà a settembre a Mesagne. Organizzato in collaborazione con le associazioni locali per rivitalizzare il centro storico del paese,  l’evento ha lo scopo di coinvolgere la popolazione in un’operazione partecipata per favorire il protagonismo di tutti attingendo dalla memoria per progettare il futuro del paese dove è nata la mafia pugliese, padrona incontrastata troppo a lungo del cuore cittadino.

 

 

 

Like this Article? Share it!

Comments are closed.