Raccontami una storia!

Published On 21 ottobre 2011 | Laboratori

ovvero come mi appassionai alle parole del nonno

Invitare il nonno a scuola per raccontare ai bambini una storia: l’interazione diretta tra narratori ed ascoltatori apre l’incontro tra nuova e vecchia generazione ed il reale passaggio del patrimonio di conoscenze ed esperienze. I bambini saranno così educati all’ascolto e gli anziani saranno la fonte importante di memoria e storie a cui i piccoli potranno appassionarsi.
A questo momento di ascolto e scambio segue una fase di illustrazione che i bambini spontaneamente porteranno avanti ripercorrendo i racconti dei nonni: i bambini, utilizzando diverse tecniche di illustrazione, tradurranno in immagini le antiche storie recuperate dalla voce degli anziani.
Successivamente gli attori, specializzati nell’interazione con l’infanzia, daranno vita ad una rilettura in chiave teatrale dei racconti illustrati dai bambini.
Il progetto prevede una documentazione multimediale dell’intera esperienza.

Destinatari:
bambini dai 6 anni in su e nonni di tutte le età

Obiettivi;
– riscoprire la ricchezza del racconto orale e della memoria storica
– rafforzare i legami all’interno di una comunità
– coltivare la curiosità verso il sentir raccontare
– condividere esperienze tra le generazioni
– creare una rete di scambio tra la scuola e il patrimonio storico della comunità

Modalità e tempi di realizzazione:
6 incontri di 2 ore ciascuno preceduti da un incontro con i narratori*

Suggerimenti interdisciplinari:
– storia
– educazione all’immagine
– teatro

*Il percorso avrà inizio con un incontro durante il quale, telecamera alla mano, verranno filmate alcune prime testimonianze, racconti ed aneddoti delle persone anziane coinvolte nel progetto. Questo primo momento di ricerca ci permetterà di rivedere i racconti narrati, studiarli e recuperare la spontaneità delle parole per capire quanto e che tipo di materiale orale c’è a disposizione, dandoci inoltre la possibilità di programmare il tipo di interazione da sviluppare successivamente con i bambini.
L’intero percorso vedrà un evento conclusivo in cui sarà coinvolta l’intera comunità che, invitata a teatro, potrà quindi ripercorrere il proprio vissuto grazie alle storie, le voci del posto e l’immaginazione dei suoi abitanti più giovani.

Like this Article? Share it!

Comments are closed.